Giornata mondiale del rifugiato, l’Onu chiama Eat Offbeat: rifugiati-chef mettono sul piatto la propria cultura

Se ogni rifugiato è portatore di un gusto e di una tradizione, allora l’essenza dell’idea sta nel valorizzare la passione culinaria e i talenti dei rifugiati, salvaguardando le loro diversità e dando loro un’occasione di riscatto: “E’ un concetto unico: possiamo offrire menù variegati. Guarda l’articolo